Fondazione Silvana e Bruno

Con la recente costituzione della Fondazione Silvana e Bruno si è voluto far confluire l’impegno pluriennale verso la comunità della signora Silvana Mastrotto, del marito Bruno Mastrotto e della sua famiglia, e fare in modo che questo impegno possa continuare concretamente in futuro.

Il Parkinson Cafè è il primo dei progetti realizzati dalla Fondazione, cui ne seguiranno altri sempre orientati a favorire il miglioramento delle condizioni di persone disagiate o comunque a dare una risposta concreta ad un bisogno sentito nella comunità.

La volontà della Fondazione è, infatti di supportare, anche attraverso un patrimonio proprio, attività in ambito sociale, a sostegno della disabilità, dell’educazione e della formazione, creando un ambiente positivo anche al coinvolgimento del mondo del volontariato, risorsa fondamentale alla base dell’operatività della struttura.

La vita della nostra famiglia è sempre stata segnata dall’impegno concreto nel sociale, l’abbiamo in qualche modo respirato quotidianamente e quando la mamma ha lanciato l’idea di uno spazio dedicato ai malati di Parkinson è stato naturale appoggiarla: con il Parkinson Cafè avremo l’occasione di coinvolgere le famiglie e parlare lo stesso linguaggio, cosa per loro fondamentale. Ma al contempo abbiamo sentito l’esigenza di dare a questa iniziativa un vestito diverso, una cornice che in qualche modo trasmettesse l’idea dell’impegno profuso negli anni dalla mamma, ma soprattutto dell’impegno di tutti noi per il futuro. Da qui l’idea anche del nome: Fondazione Silvana e Bruno, dove confluiranno al momento il PKS Cafè ma in futuro anche altri progetti che via via andremo ad attivare.

Giovanna Mastrotto

Presidente della Fondazione Silvana e Bruno